Iucundissimae feriae aestivae

0
89
Iucundissimae feriae aestivae

L’Associazione Domus Libertas non va in ferie, ma i suoi membri, presi singolarmente, si concederanno la giusta dose di otium. Sarà l’ozio dell’antico romano, che non disdegna i lavori concettuali: durante l’estate l’Associazione si trasformerà per diventare ancora migliore e venire sempre più incontro alle esigenze dei suoi membri.

Buone ferie estive a voi, amici e simpatizzanti di Domus Libertas!

Nuntii Latini usque ad 3.8.2018 intermittuntur

Nuntii Latini Radiophoniae Finnicae Generalis, qui inde ab anno millesimo nongentesimo
undenonagesimo (1989) septimanatim emittuntur, propter ferias aestivas usque ad mensem Augustum intermittuntur.
Quae cum ita sint, prima post ferias emissio Latina fiet ante diem tertium Nonas Augustas sive die tertio mensis Augusti.
Auscultatoribus nuntiorum Latinorum iucundissimas ferias aestivas exoptamus.

[Tuomo Pekkanen]

In italiano:

Nuntii Latini, trasmissione radiofonica Finlandese che dal 1981 trasmette ogni settimana in latino, chiude per ferie fino al mese di agosto.
Stando così le cose, le trasmissioni riprenderanno tre giorni prima delle none di agosto, ovvero il giorno 3 del mese di agosto.
Auguriamo agli ascoltatori della lingua latina piacevolissime vacanze estive.

Latino per l’estate

Vi mancherà il latino sotto l’ombrellone? Vi proponiamo una formula magica, dal capitolo Hemitritaeo Depellendo del poema in esametri Liber medicinalis di Quinto Sereno Sammonico.

Mortiferum magis est quod Graecis ἡμιτριταῖον
vulgatur verbis: hoc nostra dicere lingua
non potuere ulli, puto, nec voluere parentes.
Inscribis chartae quod dicitur abracadabra:
saepius et subter repetis, sed detrahe summam,
et magis atque magis desint elementa figuris:
singula quae semper rapies, et cetera figes,
donec in angustum redigatur litera conum.
His lino nexis collum redimire memento.

In italiano:

Più pernicioso è il morbo che in greco è conosciuto come “hemitritaion”:
nessuno riuscì a tradurre la parola nella nostra lingua,
penso, e nemmeno lo vollero i nostri padri.
Scrivi su un foglio il cosiddetto ABRACADABRA:
ripeti la scritta più volte sotto, ma togli l’ultima lettera in modo che progressivamente manchino le lettere alla sua forma: togli una lettera per riga e conserva le altre,
finché una lettera si riduce alla punta di un cono.
Legata la scritta a un filo di lino, ricorda di cingerla al collo.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

8 + venti =