Strategie per Duodecima Scripta

0
55

Per vincere a Duodecima Scripta occorre fortuna, e una strategia di gioco.

Il gioco era molto comune nell’antica Roma, e le tabulae lusorie si trovavano incise nella pietra un po’ ovunque, per permettere ai giocatori di sfidare la sorte.

Molto probabilmente Duodecima Scripta è uno degli antenati del backgammon.

Dato che è passato qualche millennio magari non siamo certi di tutte le regole, ma di sicuro possiamo dire che nel corso del tempo facilmente molte delle regole che ritroviamo nei giochi attuali derivino e siano state utilizzate anche per il Duodecima Scripta.

E allora, come promesso, recuperate la tabula lusoria, i dadi e le pedine, e parliamo di strategie e regole.

Se tutti e tre i dadi ottengono lo stesso punteggio si ritirano (tiro bonus).

Le pedine di uno stesso giocatore possono essere impilate, e questo le mette al sicuro dall’essere buttate fuori dal gioco dall’avversario, ma se l’avversario riesce a far confluire sulla casella dove sono impilate le pedine uno stesso numero delle sue pedine può comunque buttarle fuori dal gioco per farle ricominciare il giro sul tabellone.

Per poter uscire dal tabellone una volta arrivati in fondo occorre fare con il dado l’esatto numero per arrivare all’ultima casella, altrimenti si è costretti a passare il turno all’avversario.

Se non si possono fare mosse con i propri tiri di dado occorre saltare il turno.

E infine, la regola delle regole: mai lasciare delle pedine solitarie, non impilate, se appena possibile. L’avversario potrebbe bttarle fuori dal gioco e si dovrebbe ricoinciare da capo.

CONDIVIDI
Articolo precedenteDuodecima Scripta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × quattro =